Archivi del mese: maggio 2007

# 32

mi stai incollata addosso come una seconda pelle, così aderente a me che a volte sembri addirittura la prima e non una diversa da quella originaria. ma proprio quando con un gesto brusco credo di averti scollata e strappata via … Continua a leggere

Pubblicato in Dissezioni

Il dottore e i rimedi al napalm

Come si dice, ricevo e volentieri pubblico. Per sopperire a una mancanza di ispirazione – in realtà quello che manca è il senso della necessità di scrivere qualcosa – ne approfitto per pubblicare questo pezzo che mi ha mandato Paolo … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Le parole degli altri | 3 commenti

Di un certo silenzio e di una certa solitudine

L’esclusione di alcuni individui da un corpo sociale più ampio – maggioritario, diciamo – è sempre associata alla solitudine e al silenzio, che sono armi a doppio taglio: utili quando vengono scelte liberamente, ma dolorose quando imposte perché non c’è … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti e riflessioni, La gaia scienza | 2 commenti

Sulle diagnosi

Il medico che pronuncia una diagnosi e non tenta una cura o una terapia non è un medico, bensì uno spettatore – o, a voler essere generosi, un filosofo – che tutt’al più si diletta ad assistere alla glaciazione dei … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti e riflessioni

# 31

"Ti lascio immaginare cosa succederebbese tu volessi bere, se tu volessi nuotare,se tu volessi l’ultimo centimetro di cimadel monte che ti pareper farne niente o per otturareun buchetto qualsiasi in fondo a un mare"Lucio Battisti, La sposa occidentale (testo di … Continua a leggere

Pubblicato in Dissezioni

Una stanca “lettera d’amore” a Berlino

Quando in libreria ho visto Berlino di Alessandra Montrucchio e l’ho sfogliato prima di comprarlo, ho pensato con un certo disappunto: "Ma mi ha rubato l’idea!". Alessandra Montrucchio, infatti, è – come me – innamorata di Berlino e il suo … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Visti, letti, ascoltati | 4 commenti

Il vero successo dei giornalisti

Pur con tutti i difetti e le mancanze che hanno i giornalisti in Italia – e mi riferisco soprattutto a quelli della carta stampata, che sono quelli che conosco meglio -, bisogna ammettere che almeno un successo, enorme, lo hanno … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 4 commenti