Archivi categoria: La gaia scienza

L’è l’International Coming Out Day, alégher

Siccome ho appreso che oggi è la “giornata internazionale del Coming Out” – ormai non passa giorno che non sia la “giornata internazionale” di qualcosa -, mi sento in dovere di fare anch’io il mio bel Coming Out, perché non … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 3 commenti

Il posto dell’omosessualità oggi, in Italia: qualche spunto di riflessione

Per una volta voglio fare un esercizio di ottimismo e di realismo al tempo stesso e cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno. Se allarghiamo lo sguardo fino a comprendere gli ultimi trenta o quarant'anni vediamo che l'accettazione dell'omosessualità, nelle … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 6 commenti

“Cruising” e il contagio

All'interno del Festival Mix sono stati anche riproposti alcuni vecchi film a tematica omosessuale. L'altroieri è stato proiettato Cruising, un film ormai classico di William Friedkin che risale al 1980. In teoria era nella sezione Uncut, dedicata alle versioni non … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | Lascia un commento

“Zenne dancer”: un dramma turco dell’omofobia

Il secondo film del Festival Mix che ho visto è stato, ieri sera, il turco-tedesco Zenne dancer di Caner Alper e Mehmet Binay. Davanti a un film così, il cui nucleo centrale è essenzialmente tragico – un padre religiosamente conservatore … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | Lascia un commento

“Weekend”: la ‘banale’ storia di un amore

Per me, che ho saltato l'inaugurazione venerdì, il Festival Mix del cinema gay-lesbico di Milano, si è aperto ieri con Weekend, dell'inglese Andrew Haigh, che si è rivelato una bella sorpresa. Forse perché avevo aspettative basse e mi aspettavo, leggendo … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | 2 commenti

La bacchetta magica

Dopo avere amabilmente chiacchierato di questioni psicologiche, di esperienze con vari generi di terapie e di diverse teorie al riguardo, lui mi dice che, comunque, se avesse una bacchetta magica, si trasformerebbe subito, e senza pensarci due volte, in eterosessuale. … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico, La gaia scienza | 3 commenti

Il matrimonio gay: un’idea conservatrice?

Ha ragione il premier britannico Cameron quando dice di essere favorevole ai matrimoni gay non malgrado sia conservatore, ma proprio perché è conservatore. Il matrimonio ha un valore e un riconoscimento sociale perché serve a stabilizzare le relazioni tra due … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 5 commenti

Non vedere l’effetto che si fa

Una cosa che, per esempio, distingue l'omosessuale medio dall'eterosessuale medio – entrambi, cioè, spogliati da qualsiasi orpello che differenzi individuo da individuo – è che il secondo non si preoccupa mai, né saprebbe porsi il problema, dell'effetto che fa in … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 8 commenti

(Tentativo di) storia dell’omofobia

Ci sono dei casi in cui uno si sente quasi in dovere di parlare bene di un libro perché tratta un argomento importante, che tocca la vita (e le sofferenze) di molte persone, affrontando uno di quei problemi che le … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | Lascia un commento

Daniel Harris: la morte della cultura gay?

Quando si parla di omosessualità – e, in particolare, di cultura omosessuale -, ci si muove sempre un po' tra due poli: a un'estremità la subcultura gay, all'altra il mainstream (che, in quanto tale, minaccia – o promette, a seconda … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | 7 commenti