Archivi del mese: settembre 2008

Senza lacrime

Il 2007 è stato l'anno delle lacrime: mi bastava un nonnulla perché mi venisse da piangere, magari sommessamente. Ero – come si dice con espressione stereotipata – una corda tesa che vibrava per niente o un fascio di nervi pronto … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 6 commenti

Breve invocazione ai cattolici

"Cattolici invadenti, accettate una buona volta per tutte l'idea di non essere né amati né tollerati. La vostra compassione non è di nessun aiuto, spinge i moribondi nella morte con un passo d'anticipo. Ognuna delle vostre parole di conforto toglie … Continua a leggere

Pubblicato in Le parole degli altri | 2 commenti

Note sull’estroversione (e sull’introversione)

Tra i miei difetti non c'è l'invidia, se non in forma molto blanda. O, per essere più precisi, non sono invidioso di ciò che gli altri possiedono. Io sono, per temperamento, abbastanza sobrio e non ho grandi esigenze. Non sono … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 10 commenti

Firma la petizione!

Ieri un amico mi ha mandato, per mail, l’invito a firmare una petizione online per appoggiare, con – si spera – un largo consenso popolare, l’iniziativa della ministra francese per i diritti civili, Rama Yade, presso l’Onu affinché venga decriminalizzata … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 4 commenti

Canzone d’autunno

Nina Hagen with Apocalyptica, Seemann (Marinaio) Vieni nella mia barca / arriva la tempesta / e si fa notte // Dove vuoi andare / così da solo / alla deriva? // Chi ti terrà la mano / quando verrai risucchiato … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Visti, letti, ascoltati | 4 commenti

Accidia e volontà

All'origine di molti miei malesseri c'è la sensazione di avere perso il controllo delle cose che faccio. La sensazione – si badi bene -, che non corrisponde necessariamente alla realtà dei fatti. Eppure è la percezione dall'interno che influenza, in … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 6 commenti

Basshunter e le gioie del “trance rubbish”

Quando sono abbacchiato, nervoso o frustrato non c'è niente che mi metta di buon umore come una dose di trash. Ognuno ha i suoi gusti, in fatto di trash. Io, per esempio, non sopporto la spazzatura televisiva e, solitamente, nemmeno … Continua a leggere

Pubblicato in Visti, letti, ascoltati | 9 commenti