Archivi del mese: giugno 2011

Berlino, prosegue il soggiorno

"Am Ende wird alles gut, und wenn's nicht gut wird, dann ist es noch nicht das Ende" (Alla fine tutto va bene, e se non va bene, allora non è ancora la fine)(Scritta su un muro della metropolitana di Kottbusser … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Il corpo altrove | 1 commento

Berlino, versione 2011

Dunque stamattina sono arrivato a Berlino. Volo puntuale, ormai prendo solo AirBerlin perché sono stufo dei carri bestiame. Vi risparmio le solite domande del tipo "che cosa ci faccio ancora qui?", perché già me le sono fatte io mettendo piede … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Il corpo altrove | 1 commento

Aforisma del mattino

Il sesso può essere una chiave che apre una serratura. La tragedia è che, malgrado noi stessi, molto spesso è non soltanto la serratura stessa, ma tutta la porta e la stanza che c'è dietro. In molti casi, uno stanzino … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 2 commenti

Un’altra piccola morte

Per estrarre più piacere dai rapporti sessuali occasionali – non che ce ne siano altri, quindi sarebbe anche inutile specificare – ho scoperto un piccolo trucco. Funziona sempre, se solo sono in grado di applicarlo, cioè se l’altro me lo … Continua a leggere

Pubblicato in Appunti e riflessioni, Due giri intorno al mio ombelico | Lascia un commento

Un frammento di Gay Pride milanese

Allora, oggi mi sono messo le piume in testa, il vestito di paillettes, le calze a rete e le scarpe con i tacchi a spillo, e ho fatto un salto al Gay Pride milanese. Ovviamente, siccome è una baracconata, ho … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico, I tentacoli della metropoli | Lascia un commento

Tanto vale

Siccome su una serie di cose è impossibile raggiungere, da soli, una verità oggettiva – e non parlo, naturalmente, di cose come la legge di gravità -, allora tanto vale – penso – abbandonarsi ai propri umori, senza che diventino … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | Lascia un commento

Precarietà o merito? Su certe ambigue difese

Ho letto ieri, su Facebook, la nota di una giornalista che asseriva di aver lavorato come "precaria" all'Unità e che criticava con una certa durezza la gestione della direttora Concita Di Gregorio e, in particolar modo, la sua doppiezza riguardo … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 2 commenti