Archivi del mese: marzo 2005

In vista delle elezioni regionali

Vorrei fare finta che non ci siano le elezioni regionali domenica e lunedì, qui in Lombardia e in altre parti di Italia, ma tutto concorre a ricordarmelo. Da tempo Milano è stata invasa dai manifesti pubblicitari dei vari candidati, soprattutto … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 2 commenti

Come un parto

Uno sprint finale fatto in apnea, senza sapere che cosa succedesse fuori di me. Così ho trascorso questi ultimi giorni. Le festività appena passate sono tra le festività che mi sono più indifferenti in assoluto e così ne ho approfittato … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 5 commenti

# 10

Entro nel silenzio. Disgustato. Senza più parole. Abbiamo gridato, abbiamo sussurrato, abbiamo parlato, abbiamo argomentato, discusso, replicato, ribattuto, asserito, affermato. Tutto come se le parole avessero un senso. Chiudo gli occhi e li riapro. E’ tutto come prima. Nulla cambia. … Continua a leggere

Pubblicato in Dissezioni

Segnalazione libraria

Segnalo con piacere che il libro di cui avevo parlato qui è appena stato tradotto e pubblicato anche in Italia, da Feltrinelli. Io non c’entro nulla, ovviamente, ma questa coincidenza mi allieta: lo segnalo solo perché temo che non riceverà … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Visti, letti, ascoltati | 1 commento

Sì, però solo se è in saldo

D., di ritorno dalla capitale di uno dei nuovi stati membri dell’Unione Europea, mi racconta di essere stato, contrariamente ai suoi costumi, in una sauna gay appena aperta. Non rivelo di che paese si tratta, ma mi limito a suggerire … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 16 commenti

“Vite di scarto” di Zygmunt Bauman

Gli oggetti non sono più fatti per durare e per servirci a lungo: in questo stadio "avanzato" dell’economia di mercato tutto concorre a spingerci a sostituire il vecchio con il nuovo, sempre più rapidamente, perché è il nuovo che promette … Continua a leggere

Pubblicato in Visti, letti, ascoltati | 6 commenti

Pensieri innocenti

Quello che è stato non sarà più, non sarà mai più. E comunque non sarà mai più nello stesso modo in cui è stato e, se anche la forma esterna dovesse ripetersi uguale, saranno completamente mutati i contesti e tutto … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 4 commenti