Archivi del mese: ottobre 2011

“Quartett”: la marchesa e il visconte alla resa dei conti

Quando non c'è più l'amore, quando non c'è più il sesso – che dopotutto era l'unica forma visibile assunta da ciò che si spacciava per amore – e quando non è più possibile giocare il gioco della seduzione per far … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Visti, letti, ascoltati | 3 commenti

Le icone del sindaco

Insopportabile questa tendenza all’autocelebrazione mitizzante, alla storicizzazione epocale di eventi appena recenti, della sinistra che “trionfa”. Mi riferisco a Pisapia su cui, a nemmeno sei mesi dopo la vittoria alle comunali di Milano, sono usciti un libro e un film-documentario … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 2 commenti

Del perché i debiti, se si fanno, poi vanno anche pagati

Quando nell'aprile 2002 ho fatto il mutuo per comprare la casa dove ora abito ero terrorizzato. Temevo che poi non sarei riuscito a pagarlo, quindi ho preferito abbassare il budget, fare un mutuo decennale e non più lungo, chiedere "solo" … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 7 commenti

“Ai cessi in tassì”: com’era già banale quest’omosessualità

Taxi zum Klo (Ai cessi in tassì), film del 1980 di e con Frank Ripploh, è davvero, per certi versi, un film in anticipo sui tempi in cui è stato girato. Non tanto dal punto di vista estetico, perché i … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | 8 commenti

“Fanny e Alexander”, una fiaba invernale in tre movimenti

Tutti i film la cui durata supera le due ore sono a rischio e io li affronto sempre con sospetto. Per questo ho rimandato per anni la visione di Fanny e Alexander, l'ultimo film girato, nel 1982, da Ingmar Bergman. … Continua a leggere

Pubblicato in Visti, letti, ascoltati | 3 commenti

Vittime dell’Ikea

Domenica sono andato con F. all'Ikea di Carugate. Da tempo cullavo il proposito di comprare un nuovo divanetto – l'altro, pure Ikea e assai economico, era assai sfondato (in ogni accezione possibile del termine) – e un nuovo armadio. Ho … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 4 commenti

Sbarco sull’e-book

Alla fine ho ceduto. Ho ceduto e mi sono comprato un e-reader, anzi: l'e-reader per eccellenza, il Kindle di Amazon. Naturalmente, con il mio solito tempismo e la mia solita fortuna, l'ho comprato esattamente una settimana prima che Bezos presentasse … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 10 commenti