Archivi del mese: gennaio 2009

Promemoria sul vaticano e sulla chiesa cattolica

In genere si comportano così: fanno una carognata, una di quelle che offendono o feriscono profondamente un gruppo di persone, poi dicono che in realtà vogliono solo il bene di quelle persone lì. Lo vogliono, immagino, per definizione perché il … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 6 commenti

Come fottere i lavoratori

  I La festa è finita, l'ultimo chiuda la porta e spenga la luce. A questo penso leggendo il reportage pubblicato su Io Donna di oggi e dedicato alla grave crisi che ha colpito Limerick, in Irlanda. Dopo anni di … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 2 commenti

Mitologie personali

A volte è questione di uso dei tempi verbali sbagliati. Parliamo di noi, delle nostre qualità e – più spesso – dei nostri difetti (o pretesi tali), e diciamo: sono così, sono cosà. Poi, quando concretamente dobbiamo agire nel presente … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 1 commento

Marguerite Yourcenar sui gay

"Bianca, azzurra, rosa e gay. L'ultimo termine è relativamente recente. Gli atti e le tendenze sono di tutti i tempi e di tutti i luoghi, ma è da poco che il popolo gay si è non censito – per un … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Le parole degli altri | 1 commento

Il gay pride di Povia

Strano che in tutta la bagarre mediatica che si è scatenata intorno al brano che Povia porterà al Festivàl – quello sì, insomma, sul tizio che è "guarito" dall'omosessualità, presumibilmente grazie alla "cristoterapia" – nessuno ha fatto notare che nel … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 11 commenti

Innamoramento e proiezione

"Innamorarsi è dunque follia divina e rapimento. […] E' l'immagine dell'oggetto amato a catturarci. Nell'innamoramento la capacità di un'immagine di creare un'illusione si rivela fondamentale. Così, immagine e illusione, attraverso il passaggio dello sguardo, si trasformano in un'infezione fantastica. Quando … Continua a leggere

Pubblicato in Le parole degli altri

Ciuffi biondi vaganti

Entrando in una pizzeria di Porta Venezia, ieri sera ho visto uscire il ciuffo biondo qui sopra raffigurato. Penso che la mia vita non sarà più la stessa dopo aver visto in carne e ossa l'autore di questo immortale capolavoro.

Pubblicato in I tentacoli della metropoli | 11 commenti