Archivi del mese: febbraio 2005

Disperazione politica

Non saprei definire le mie posizioni politiche. Ci sono alcuni amici che, per sfottermi, mi danno del comunista, mentre altri, dallo sguardo più penetrante, hanno capito che non lo sono. Dell’antico comunismo, definitivamente naufragato con il dissolversi dell’Unione Sovietica e … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 4 commenti

Un sabato qualunque

1. Da qualche giorno conduco un esperimento che, nelle mie intenzioni, voleva essere più radicale. L’esperimento consiste in questo: smettere di bere caffè. In realtà mi accorgo che non ce la faccio e mi rendo conto di essermi creato una … Continua a leggere

Pubblicato in I tentacoli della metropoli | 9 commenti

Contro il potere temporale della chiesa cattolica

Il più grande equivoco è pensare che la chiesa cattolica si occupi di "cose spirituali". C’è ben poco di spirituale nella chiesa cattolica, ma anche se c’è non entro nel merito e non mi permetto di sindacare sul bisogno di … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 1 commento

Partecipa anche tu al nuovo gioco di società: convertiti

"Bertinotti: oggi non sono più ateo, ma un uomo che cerca" recita un titolo del Corriere della Sera, che riprende una notizia di Panorama. Suggerisco al segretario del Partito della Rifondazione Comunista di provare con un annuncio su Secondamano. Forse … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 5 commenti

Prepariamoci al peggio

Aspettiamoci il peggio perché se schiatta anche il vecchio signore polacco, partirà tutto il macchinone mediatico, con paginoni, videate e trasmissioni speciali, rubriche aperte sui peli del papa e via di seguito: potenti dosi di anestetico verranno iniettate in un … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 6 commenti

“Franziska Linkerhand”: un romanzo importante

Avrei voluto proporlo io, ma per fortuna una piccola casa editrice ci ha già pensato e l’ha appena tradotto e pubblicato. Ieri l’ho visto in una libreria, per caso, mentre sbirciavo le ultime novità: si tratta di Franziska Linkerhand, il … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Visti, letti, ascoltati | 4 commenti

Lo studio come professione

Ogni volta che mi vedevano con un libro in mano c’era sempre qualcuno che si meravigliava che io stessi ancora studiando. Studiare era già la mia funzione sociale, poiché ero studente universitario, e il libro in mano mi definiva in … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | Lascia un commento