Archivi del mese: giugno 2010

Madrid, arrivo

Siccome non credo di avere niente da dire, oggi – o niente che valga la pena di essere scritto e che riesca a farmi vincere la mia pigrizia -, mi limito a salutare tutti, perché domani partirò per qualche giorno … Continua a leggere

Pubblicato in Il corpo altrove | 8 commenti

Due episodi criminosi senza aggravanti

Due recentissimi e tragici episodi di cronaca mi hanno ispirato una riflessione. Il primo è accaduto a Padova: due ragazzi gay, fidanzati, sono stati aggrediti e pestati mentre passeggiavano in centro, abbracciati. L’aggressione è stata accompagnata da una serie di … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis | 17 commenti

“Città Nascosta”: le bellezze segrete di Milano

Milano ha bellezze segrete sotto la superficie scostante, a volte brutale, sempre indaffarata. Chi si ferma a guardare questa patina rischia di restarne così scottato da non tentare nemmeno di grattarla via per vedere che cosa c’è sotto. Eppure questa … Continua a leggere

Pubblicato in I tentacoli della metropoli, Visti, letti, ascoltati | 3 commenti

Jónsi all’Alcatraz

Non è subito Jónsi quello che appare sul palco dell'Alcatraz alle otto e un quarto di ieri sera, ma il duo che gli fa da supporter. A sala ancora mezzo vuota, sono una ragazza e un ragazzo. Lei sembra che … Continua a leggere

Pubblicato in Visti, letti, ascoltati | 5 commenti

Perché Israele / 2

Accennavo l’altroieri al “doppio standard” che si applica costantemente quando si parla di Israele e che, a mio parere, sottintende un pregiudizio e, non di rado, un atteggiamento antisemita. Doppio standard significa che azioni intraprese da qualsiasi altro stato vengono … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis

James Lear e l’ultimo caso di Mitch Mitchell

Se parlo del nuovo romanzo di James Lear, intitolato con sopraffina ironia A Sticky End, non posso millantare però un'obiettività che non ho, conoscendo personalmente l'autore da anni, di cui "James Lear" è una delle sue incarnazioni. Detto questo, però, … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza, Visti, letti, ascoltati | Lascia un commento

Perché Israele / 1

Dunque dovevano farsi trucidare per dimostrare la loro buona fede? Questo mi chiedo, a distanza di qualche giorno, pensando ai soldati dell’IDF che sono sbarcati sulla Mavi Marmara – ancora oggi chiamata, in prima pagina sul Corriere della Sera, “nave … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis