Neanche voi siete granché fighi

Ho letto le ultime lepidezze di Berlusconi a proposito di Mercedes Bresso, che sarebbe di cattivo umore la mattina al risveglio perché, al momento del trucco, è costretta a guardarsi allo specchio e quello che vede la deprimerebbe anzi che no. Mercedes Bresso ha giustamente risposto per le rime dichiarando che lei si trucca molto poco – e comunque molto meno di quanto si trucchi Berlusconi stesso. Ciapa su e porta a ca', come si usa dire a Milano. Al di là dell'evento specifico, però, la battuta di Berlusconi è rivelatrice di un fenomeno più diffuso: l'accecamento che colpisce gli uomini quando si tratta di giudicare obiettivamente la propria venustà e la prontezza con cui invece sottolineano la scarsa avvenenza delle donne. Insomma, anche gli uomini più brutti e inguardabili si considerano degli adoni e si permettono di sfottere le donne brutte, come se la bellezza fosse una caratteristica essenziale nelle donne e la sua mancanza un grave difetto. Gli uomini, invece, possono essere dei mostri e nessuno rinfaccia loro niente. Forse qualcuno dovrebbe cominciare ad applicare a loro lo stesso standard che sono abituati ad applicare al mondo femminile. A questo proposito mi viene in mente, per esempio, SG che qualche giorno fa ho sentito dilungarsi in maniera fastidiosa e grevemente maschilista su certe donne brutte, sghignazzando perché pensava di aver fatto chissà quale motto di spirito. Probabilmente lui stesso invece non si è mai visto allo specchio: bassotto, tracagnotto, spelacchiato e, per soprammercato, perennemente funestato da un alito fecaloide che tramortirebbe chiunque, tanto che bisogna avvicinarlo in apnea. Finché gli uomini verranno stimati per la loro intelligenza – spesso più presunta che reale – e le donne per la loro bellezza – per non parlare di caratteristiche ancor più appariscenti – e finché tutti – uomini e donne – lo troveranno normale (ovvero vi si sono rassegnati), ci sarà sempre un Berlusconi che se ne uscirà con le sue battutine. Il punto di svolta sarà quando comincerà a vergognarsene e quando una cosa del genere gli farà perdere consensi. E' sperare troppo?

Questa voce è stata pubblicata in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Neanche voi siete granché fighi

  1. BernardoR ha detto:

    Detto questo, ho il sospetto che la Polverini sia una trans. Mi da i brividi ogni volta che la vedo, che finezza.

  2. ls ha detto:

    Io sono per “sì, è sperare troppo”. Mi viene in mente il candidato a sindaco di Venezia: ma, scusate, è immaginabile una donna di simili minute e orride fattezze a provarci? Sarebbero le stesse donne ad affondarla, tanto siamo imbevute di servaggio mentale. La bellezza è innegabilmente il miglior biglietto da visita in ogni caso, ma oltre al biglietto bisogna mostrare altro.
    Comunque, Stefano for president!!! Sei anche più bello di …, no, scusa, più intelligente di B.
    🙂

  3. vito ha detto:

    spero ti sia capitato l’articolo in prima pagina di repubblica “l’insulto speculare” di francesco merlo …esemplare nella sua efficacia.
    (il berlusca mi ha fatto pena…i suoi cloni no…è il colmo?)
    http://www.repubblica.it/politica/2010/03/24/news/insulto_specchio-2857999/
    ciao, vito

  4. stefano ha detto:

    No, Vito, non l’ho ancora letto. Ora rimedio, grazie.

  5. pio ha detto:

    Ma SG legge il tuo blog?
    😉
    circa “è sperare troppo?”
    si, per almeno le tre o quattro prossime generazioni

  6. Marco ha detto:

    Certo che fa veramente pena vedere che ancora certo frusto maschilismo inzuppi non solo l’Italia dei Bar Sport ma anche certe *ehm* esternazioni *ehm* politiche.
    Veramente desolante.
    Quindi sì, concordo con Is. E’ sperare troppo.

  7. anonimo imbonitore ha detto:

    @BernardoR: la Polverini aveva però subito un attacco similare da quel bel contenitore di becerume travestito da comicità che è Striscia la Notizia. L’intervistatore truccato da Bruno Vespa ha insistito non so quanto sul fatto che la Polverini sembrasse un uomo da tanto era brutta.
    Lei con una calma rara non ha perso la pazienza, rispondendo da vera signora.
    Rimane politicamente pessima, però.

  8. è orribile leggere, per screditare una persona, “sembra una trans”.

  9. Caterina ha detto:

    Stefano, definirei sacrosante le tue parole (se non fosse che, visto l’andazzo generale, mi sento sempre più laica). Personalmente, quando noto che un uomo artefice del proprio successo si accompagna a una donna il cui maggior pregio è la bellezza, mi viene da chiedere quanto poi sia davvero intelligente costui, se gli stimoli di cui si circonda ineriscono più che altro il suo bassoventre…

  10. Anellidifum0 ha detto:

    Paolo mi ha levato le parole di bocca.
    Stefano, mi sento quasi di dover difendere la categoria di chi ha per iniziali “SG”!
    Sul contenuto del post, la consueta adesione a mo’ di tellina.

  11. stefano ha detto:

    🙂
    Quanto sei alto? Prova un po’ ad alitare… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...