" PREOCCUPARSI

Come mia madre e mio padre prima di me,
io sono bravo in questo. Il trucco è preoccuparsi
quando tutto vi sta andando bene:

siete ricchi e innamorati, e il vostro château
è circondato da grandi giardini alla francese,
e voi d'un tratto sapete che è troppo bello per esser vero.

'Forse, a mia insaputa,
il mio corpo già ospita una malattia mortale,
oppure il mio amante mi odia in segreto e persino ora
sta tramando la mia rovina'.

Non è probabile, ovviamente,
ma per l'amor del cielo, usate un po' d'immaginazione!
Pensate a che cosa potrebbe sorprendervi
come una palla di neve nella schiena.

Se siete fortunati dovreste preoccuparvi.
Edipo, vi ricorderete, aveva qualche problema al riguardo. "

(Worry Like my mother and father before me, / I am good at this. The trick is to worry / when everything is going right for you: // you are wealthy and in love, and your château / is surrounded by extensive formal gardens, / and you suddenly know this is too good to be true: // "Perhaps, unbeknownst to me, / my body already harbours a fatal disease, / or my lover secretly hates me, and even / now is plotting my downfall." // It isn't likely of course, / but for heaven's sake use your imagination! / Think of what could surprise you / like a snowball in the back. // If you are fortunate you should worry. / Oedipus, you may recall, had a problem with this.)

John Ash, da The Parthian Stations. Traduzione mia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le parole degli altri. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. Stefano P. ha detto:

    Da alcuni giorni il mio cervello ha fatto cortocircuito proprio su questo tema, e la lettura di questi bei versi,degni del libro di Watzlawick “Istruzioni per rendersi infelici”, mi ha indotto ad una risata liberatoria. Senza dubbio un esempio di poesia non avvitata su se stessa. Come dire, Cadavrexquis sta facendo un servizio di pubblica utilità, del quale ringrazio.

  2. stefano ha detto:

    Ah, io la poesia l’ho proposta perché è ironica, mica perché mi ci identifico 😀

  3. Stefano P. ha detto:

    Ironia che disinnesca gli ordigni predisposti dalla psiche a nostro danno, e ne svela la fatuità.

  4. pio ha detto:

    pensa che già Metastasio, nella didone abbandonata, dice:
    “Col prevenir gli affanni
    già ne sopporti il peso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...