Archivi del mese: maggio 2009

Milano, oh Milano

Il traffico, sempre e ovunque, ormai a qualsiasi ora del giorno e, spesso, anche della notte. Persino nelle strade in cui meno lo si aspetterebbe, per non parlare poi di quelle principali, ormai ridotte ad autostrade ad alto scorrimento. Le … Continua a leggere

Pubblicato in I tentacoli della metropoli | 3 commenti

Ho visto, dopo tanto tempo, il Tg1

Qualcuno ha acceso la televisione e io, inerme, sono rimasto esposto al Tg1. L'ho trovato uno spettacolo davvero vomitevole. L'antefatto: Berlusconi ha dichiarato che il parlamento è inutile, è d'intralcio, e basterebbero cento deputati per fare le leggi. E se … Continua a leggere

Pubblicato in Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 3 commenti

Il re muore: la tragedia di un uomo ridicolo

“Und der Haifisch, der hat Zähne und die trägt er im Gesicht und Macheath, der hat ein Messer doch das Messer sieht man nicht”*(Bertolt Brecht, Die Morität von Mackie Messer) Oggi, vedendo le fotografie pubblicate da Repubblica, in cui un … Continua a leggere

Pubblicato in Incursioni nella polis, Irritazioni, disgusti, idiosincrasie | 3 commenti

Delle relazioni impossibili

  Se a volte, in astratto, mi spaventa l'idea di una relazione amorosa, tanto da sembrarmi impossibile o irrealizzabile, è perché resiste in me la sensazione di dover compiere io da solo il percorso per giungere alla relazione stessa, che … Continua a leggere

Pubblicato in Due giri intorno al mio ombelico | 3 commenti

Una puntatina a Dresda

Berlino, però, non significa solo Berlino. Questa volta, anche se ci ho passato solo cinque giorni, non volevo limitarmi a Berlino, ma fare anche un'escursione di un giorno altrove. E quest'altrove aveva anche un nome: Dresda. Ho dovuto vincere la … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Il corpo altrove | 1 commento

Su e giù per Berlino

"Ecco, questo è l'aeroporto del corridoio" dice un tizio che, seduto due file dietro di me, mi ha irritato per l'ora e mezzo di volo perché non ha smesso di discutere con il suo collega di come ottenere finanziamenti dalle … Continua a leggere

Pubblicato in Germanica, Il corpo altrove | 2 commenti

Non basta l’intelletto

Decostruire intellettualmente l'omofobia – a partire dalla propria – è come voler segare le sbarre di un carcere con la limetta per le unghie. L'unico effetto è che quelle sbarre, che prima non si vedevano più per forza d'abitudine, risultano … Continua a leggere

Pubblicato in La gaia scienza | 3 commenti